Archivio

Archivio Gennaio 2005

Non basta niente (Vasco Rossi)

30 Gennaio 2005 6 commenti

E’ da quando mi sono alzato che mi ronza in testa questa canzone, il problema è che mi ricordo bene del perchè tu fossi e sei importante per me.

Non basta niente

Ogni tanto penso ancora a te
a quello che se
se fosse stato… fossi stato si
se fossi qui
ho bisogno di credere
che sei stata importante per me
anche se non mi ricordo più
nemmeno perché

ogni tanto guardo intorno a me
a quello che c’è
se poi davvero è proprio tutto così
se è tutto qui!
ho bisogno di credere che
c’è qualcosa più grande di me
anche se non capisco però
neanche cos’è!

Ehhh…
oh no!
Cosa c’è!
Sono qui
E penso ancora a te
Son vivo o no?
E allora cosa aspetto-oh
oh no!
cosa c’è!
io son vivo anche senza di te
ma non mi basta mai
…. NON BASTA NIENTE
Ogni tanto penso ancora a te
e non so perché
perché respiro l’aria intorno a me
che cosa c’è!
ho bisogno di credere
che sei stata importante per me
anche se non mi ricordo più
nemmeno di te

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Serata spensierata

30 Gennaio 2005 Commenti chiusi


E’ bello ritrovarsi a cena con amici, persone con cui stai bene, discutere, ridere, scherzare.

Ascoltare musica, ricordarsi delle ferie insieme, ed alla fine, alle due di notte mettersi ad ascaltare le canzoni dello Zecchino d’ora….44 gatti, il walzer del moscerino, volevo un gatto nero….

E’ proprio vero, ad un certo punto della nostra vita si torna bambini, ciò che mi preoccupa è che io ho solo 36 anni….

SSSSSSTTTTT

28 Gennaio 2005 1 commento


Mi ritrovo smarrito a percorrere i tuoi silenzi, ci dovrei essere abituato dopo tanto tempo, eppure non ci riesco, come non mi ero mai abituato al nostro amore, forse è anche per questo che io non riesco a dimenticarlo, comunque qualcosa mi hai insegnato….ad essere indifferente al genere umano, se qualcuno soffre è meglio voltarsi da un’altra parte, e questo nei giorni della memoria mi da molto su cui riflettere, se non riusciamo ad aiutare il singolo….

Brutta bestia l’amore, combina dei bei cortocircuiti nelle nostre deboli sinapsi.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Neve

27 Gennaio 2005 5 commenti

Veder nevicare mi fa ricordare tutte le volte che tu mi hai telefonato solo per dirmi che stava accadendo, con quella tua voce così bella e contenta.
E’ dal sette di giugno del duemiladue che non ti vedo ne ti sento più, eppure percepisco la tua presenza sempre forte e coinvolgente, peccato non poter dividere, e credimi, non è un peccato solo per me.

Ho iniziato a lavorare in un posto che è meglio non dirti, ci resteresti male…

Un baciotto Mimmea.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Sabato freddissimo

22 Gennaio 2005 4 commenti


E’ sabato pomeriggio, e sono appena rincasato, tanto tempo fa ho provato a riporre tutti i miei ricordi dentro ad un’anonima scatola di cartone, cose tue in giro per casa ce ne sono a centinaia, mi sono accorto che una scatola per quanto grande non sarebbe mai bastata…Ed infatti, oggi, a distanza di quasi tre anni non c’è niente da fare, non riesco a rinchiuderti in nessun posto, riaffiori sempre, qualunque cosa io stia facendo.
Ho passato il pomeriggio in giro, a far compere, negozi, poi l’ipercoop di Sesto, l’OBI, e entrando ed uscendo da tanti luoghi mi sono sentito sempre più intirizzito, ho sentito lentamente il velo di tristezza scendere di nuovo.
Ti cercavo per abbracciarti, e mentalmente mi rendo conto che sono anni che faccio questo esercizio, cerco te e le tue mani, ma trovo sempre solo e soltanto il vuoto, e così sono rimasto nel mio freddo, una sensazione che maglioni e giacconi non riescono a sfumare.Mi accorgo di avere dentro di me potenzialmente tanto amore da dare, ma non ci riesco, non riesco più ad esprimere questo sentimento che mi piaceva così tanto.
Esco e frequento ragazze, amici, conoscenti, stò in mezzo alla folla, eppure mi sento sempre così solo ed inutile, non riesco a sentire più i gusti, e questo tremendo raffreddore ormai dura da quasi tre anni, il ventiquattro marzo lo saranno in tutto e per tutto….
Mi accorgo di non credere più all’amore, e nello stesso tempo di continuare ad amarti….

Sinapsi annodate

22 Gennaio 2005 1 commento

Ieri è stato il mio primo giorno di esperienza lavorativa con Massimiliano, niente di particolarmente difficile anche se cose da digerire ce ne sono diverse, e adesso ho un po’ di confusione mentale.
Mi ha dato in addestramento ad un tipo simpatico, ma un po’ difficile da comprendere, però mi sono divertito, la mensa fa leggermente schifo, come in tutte le mense…

Ha chiamato Giorgetta, erano un po’ di giorni che non la trovavo in chat, e mi ha spiegato che il passaggio all’adsl è stato traumatico, non funziona..e adesso si è giocata anche la connessione analogica…Cercherò di risolverle il problema, ma se non telefona…Io non ho il suo numero..Queste donne…Sinceramente mi mancano un po’ le nostre chiaccherate…

Per un po’ non potrò nemeno chattare con Pippirillina, peccato è una persona stimolante, di quelle che vale la pena conoscere meglio.

Adesso mi metto a riordinare gli appunti…

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Proibizionismo

19 Gennaio 2005 3 commenti

Sono uno di quei fumatori che ha sempre rispettato gli altri, in un locale chiuso dove fosse vietato, o dove ci fossero persone che avevano fastidio del fumo non ho mai acceso una sigaretta, uscivo per fumare, adesso non esiste più ristorante o luogo pubblico attrezzato dove io possa tranquillamente provare il gusto di una sigaretta.

Ho la patente da diciotto anni, non ho mai causato un incidente, ne ho subiti uno con danni lievi per la disattenzione di un’altro guidatore, e l’unica multa per eccesso di velocità me la hanno contestata in Austria, tutto per un cartello che non si vedeva, era stampato sull’asfalto, vai tu a spiegarlo a un poliziotto che parla solo tedesco ed è alto due metri, oggi assistiamo al comparire di autovelox nei posti più assurdi, nascosti, in fondo ad una discesa, tre metri dopo il cartello che lo segnala, e tutto questo solo e soltanto perchè i nostri amministratori non sanno più che pesci prendere per rimpolpare le casse dei comuni, meglio reprimere che educare, poi ci meravigliamo se l’italiano medio cerca in ogni modo di fregare il prossimo e lo stato, quando te lo insegnano loro.

Andare al ristorante è un piacere, e bere un paio di bicchieri di buon vino anche, risali in macchina e ti trattano come un criminale (è solo questione di fortuna) se trovi una pattuglia, dopo un paio di bicchieri anche se sei sobrio, palloncino, e zac, via la patente, ci credete voi che tutti i tutori dell’ordine che vi fanno l’esame siano poi così sobrii?

Adesso, come se non bastasse, con la scusa delle polveri sottili ti vietano di girare in macchina, euro 1,2,3,4,5,6….ne hanno studiate di tutte per vendere macchine nuove, evidentemente non era abbastanza, adesso targhe pari o dispari, così se vuoi circolare o ti compri un’auto elettrica oppure due auto sperando di avere fortuna con il numero di targa, e se poi non circolo…diminuisce forse l’assicurazione? Macchè….
Non sono uno di quei personaggi che vogliono la macchina per forza, se i servizi pubblici funzionassero a dovere la lascerei volentieri in garage, da casa mia al centro di Firenze in auto ci metto venti minuti, in autobus un ora solo per arrivare alla stazione, da lì poi ti devi sorbire l’attesa di un’altro autobus sperando di poterci entrare visto che sono sempre stracolmi, usare il treno, non se ne parla, sarebbe comodo, ma guardando gli orari rischi se ne perdi uno di restare intrappolato in stazione per oltre un’ ora….

Certo, fanno di tutto per la mia salute, dovrei ringraziare, ma tra tutte le tasse ed i balzelli che mi hanno diminuito scopro alla fine di pagare di più, mi diminuiscono l’irpef e mi aumentano le imposte comunali, o aumentano la benzina e di conseguenza l’accisa…

A quando una tassa per respirare? In fondo consumo ossigeno e produco anidride carbonica….

Scusate il qualunquismo, se avete una soluzione ragionevole suggeritemela.

Grazie.

Lunedì sera

18 Gennaio 2005 1 commento

Per alleviare la noia ho accettato un invito ad uscire di due vecchi amici, cena al Pit-stop, la cameriera non era male, e secondariamente nemmeno la pizza, discussione su moto e finanza, per la precisione bond argentini, poi passaggio al motoclub di Firenze, ancora chiacchere, adesso sono quì, davanti al pc, a vagliare una proposta di lavoro che accetterò, non per necessità, ma perlomeno per fare qualcosa di nuovo e cercare di arricchirmi un po’ con nuove esperienze.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Per restare in tema un’altra bella canzone

17 Gennaio 2005 2 commenti

Ti Lascio Una Parola (Goodbye)

Ti regalo le mie scarpe, sono nuove,
prendi anche qualche libro, può servire,
saprò alzarmi in volo e vedere dove sei,
ti manderò a dire goodbye,
ti regalo la mia giacca, ti sta bene,
ti lascio una valigia, da riempire,
ti lascio anche il mio numero, perché non si sa mai,
ti lascio una parola goodbye,
goodbye, my friend goodbye, goodbye, goodbye, my friend..
Quanti sogni, viaggi, colori, antichi rancori,
e una fantasia, piena di amori,
e andare contro vento, non è difficile lo sai,
lo è, senza un saluto, casomai…
goodbye, my friend goodbye, goodbye, goodbye, my friend..
Saprò alzarmi in volo e vedere dove sei,
ti manderò a dire goodbye
goodbye, my friend goodbye, goodbye, goodbye. my friend..
Quanti sogni, viaggi, colori, antichi rancori,
e una fantasia, piena di amori,
e andare contro il vento, non è difficile lo sai,
lo è, senza un saluto, casomai…
goodbye, my friend goodbye, goodbye, goodbye, my friend…
goodbye, my friend goodbye, goodbye, goodbye, my friend goodbye

Altro concerto, sempre l’estate scorsa, villa Montalvo a Campi Bisenzio, era una serata freddissima, fatta di musica e belle parole, ci sono ragioni che fanno calare le tenebre, e sensazioni che fanno scendere lacrime, come una canzone di quella sera…”Io voglio Vivere” quante cose vorrei dirti, ma non esiste un modo facile per comunicare, oggi non più.

Buonanotte Mimmea.

E…Vasco Rossi

17 Gennaio 2005 Commenti chiusi

E…
Vuoi da bere
Vieni qui
Tu per me
Te lo dico sottovoce
Amo te
Come non ho fatto in fondo
con nessuna
resta qui un secondo

E…
se hai bisogno
e non mi trovi
cercami in un sogno amo te
quella che non chiede mai
non se la prende
se poi non l’ascolto

E… uo… e….
sei un piccolo fiore per me
e l’odore che hai
mi ricorda qualcosa
va bè…
non sono fedele mai
forse lo so

E…
quando sento
il tuo piacere che si muove lento
ho un brivido
tutte le volte che il tuo cuore
batte con il mio
poi nasce il sole…

E… uo… e….
ho un pensiero che parla di te
tutto muore ma tu
sei la cosa più cara che ho
e se mordo una fragola
mordo anche te

uo… E…
sei un piccolo fiore per me
e l’odore che hai
mi ricorda qualcosa
va bè…
non sono fedele mai
ora lo so

Una canzone che amo, vedere Vasco a Firenze quest’estate, dopo tanti anni senza un suo concerto…
Certo avrei preferito farlo con la tua compagnia, ma non si può sempre aver tutto dalla vita. Lascio volare un bacio, sperando che arrivi a destinazione.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,