Archivio

Archivio Maggio 2005

Cani e Gatti (presenze nei nick)

31 Maggio 2005 Commenti chiusi

Vagando e sognando capita a volte di incontrare per caso una persona che ti fa sentir bene, è una presenza impalpabile in quanto solo virtuale, ma ritrovi in poche parole tante sensazioni e stati d’animo, una voglia di vivere che è solo un embrione, imprigionata da ferite passate, comunque qualcosa da condividere e far sviluppare, vi è mai capitato di pensare a ciò che stà per dirvi una persona un’attimo prima che muova le labbra?
A noi capita, spesso stiamo digitando a tastiera le stesse parole, gli stessi concetti che arrivano a pochi secondi di distanza, all’inizio pensavo che stessimo prendendoci in giro, poi è diventata una bella sensazione, certo irreale, non sono un grandissimo amante delle chat, ma questa mi prende in modo intenso.

Se leggerai….Non voglio tu pensi…sia alla ricerca di un “rimorchio da chat”, sono solo sensazioni che volevo comunicare….

Sei davvero una bella persona, per il poco che sono riuscito a toccare…

…continua….spero…e se continuerà…lo sarà in modo leggero…come guardare una farfalla sbattere le ali.

Categorie:Argomenti vari Tag: , , ,

Malmantile

29 Maggio 2005 Commenti chiusi


Dopo cinque anni, forse sei ci sono tornato, Malmantile è un bel borgo vicino a Signa, ogni anno vi viene celebrata una splendida festa in stile Medioevale, un paesino in costume tra vino servito in bicchieri di coccio, cibo povero e tradizionale e tante bancarelle di vecchi artigiani, c’è sempre un bel clima, e forse ieri molta più gente del solito, bella gente festante, a tratti “alticcia”, mille colori, le fiaccole ad illuminare le mura.

Ero con Leonardo, Fabio ed il “Genna” nuove conoscenze fatte alla Pignone, chiacchere e vino, abbracci tra gente conosciuta e incontrata per caso, l’unico neo è stato ripensare al fatto che mi mancasse qualcosa, o meglio qualcuno con cui c’ero stato tenendoci per mano, ogni tanto quel brivido di nostalgia ed il senso di mancanza mi ripercorre la schiena, è una sensazione a cui non riesco a trovare rimedio.
Nonostante le tante storielle che ho intrecciato in questi anni continuo a sentire che tu resterai per sempre la bimba più importante della mia vita, spero un giorno che questo noodo si sciolga, così da poter di nuovo vivere tranquillo e felice.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Mulino ad acqua

20 Maggio 2005 5 commenti

Vivere senza Laura è sentirsi come un mulino ad acqua, la corrente muove le pale in modo turbinoso, le esperienze corrono, le macine girano ma alla fine manca il grano, quindi niente farina, è un correre dietro al mondo senza raggiungerlo mai, un’accavallarsi di esperienze che poi restano fini a se stesse, è come essere sotto una campana di vetro e non riuscire più ad avvicinare la felicità, la vedi scorrere là fuori dal vetro appannato, allunghi le mani ma non la puoi afferrare.
Oggi sò cos’è il dolore di perdere una persona con cui avrei voluto dividere tutta la mia vita, è sentire la presenza di un vuoto che è impossibile colmare, cercare di sciogliere i ghiacci dei poli con un fiammifero.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Momenti

17 Maggio 2005 1 commento

Ci sono stati momenti della mia vita in cui ho veramente rischiato di perdere tutto, momenti di profondo sconforto, cercavo l’aiuto di una persona e lei me lo negava, avevo intorno a me le mani tese del mondo, ma non era assolutamente la stessa cosa.

Oggi vivo di nuovo,pur con qualche rammarico e qualche rimpianto, sono tornato il tizio che attrae come una calamita e si comporta come una calamità per chi stà intorno, gioco, scherzo, ma in fondo al mio cuore resterà per sempre quel piccolo angolo buio per un sogno che non ho potuto ne riuscirò mai a realizzare.

Oggi le mie sinapsi si aggrappano felici a certi ricordi, contatti elettrici che danno scosse piacevoli, colorate di rosso e verdeazzurro, di mani morbide e pelle vellutata, di “zampe” storte che adoravo, vivo ma nessuna prenderà mai il tuo posto, e questo lo sai anche te.

Buonanotte Mimmea.

Categorie:Senza categoria Tag:

Ruggine da grattar via

7 Maggio 2005 3 commenti

Mattinata sonnacchiosa tra sbadigli e stirarcchiarsisi di muscoli e pensieri, musica anni ottanta mentre provo a rifare il letto, ogni mattina sembra un campo di battaglia per le mie notti insonni o per i brevi sonni popolati da sogni agitati, mi devo decidere a riordinare un po’, camera e vita, per cambiar aria non basta più semplicemente aprire la finestra, i ricordi sono come una conchiglia sulla riva del mare, prima o poi un’onda li porta via, in profondita, ma è anche vero che inesorabile il mare li ricondurrà a riva, e allora stà a noi farli decantare e cercare di tenerci solo quelli più felici, certe volte anche i più dolorosi hanno un fondo di felicità.
Ascolto sussurri lontani e guardo foto che non lascerò mai sbiadire, leggo lettere felici, parole di una bimba che amavo davvero, oggi tutto è così diverso eppure lei è sempre così presente dentro di me, mi muovo a fare progetti per l’estate, ferie “nisba” almeno fino ad ottobre, però mi restano i concerti e le serate con gli amici e le amiche, il dilemma è se andare ad Imola a vedere Vasco, i REM e gli Oasis, per quest’evento sono già riuscito a formare un bel gruppo, mancano solo i biglietti che troverò a metà prezzo, però lì vicino, Bologna, parco nord quest’anno ci sarà il Gods of metal, peccato le date coincidano, e peccato anche che quel genere di musica non piaccia più a molti…
Sarà un problema che risolverò, nel frattempo ne ho un’altro più impellente, vorrei poter sentire Laura, dopo 3 anni di indifferenza, rompere un circolo vizioso, io stò male per il suo menefreghismo e l’assillo, lei se ne frega perchè io l’assillo, ormai sono 9 mesi che non le faccio squilli anonimi, un comportamento stupido, ma perlomeno mi dava la sensazione che esistesse ancora, i miei messaggi sms si sono rarefatti, completamente spariti per oltre cinque mesi, solo in questi giorni ho ricominciato un po’, in maniera serena, comunicandole ricordi e sensazioni che mi fanno star bene, la cosa più buffa è che lei mi ha mollato principalmente perchè mi ero chiuso in me stesso e avevo rinunciato a vivere, i motivi sarebbe duro spiegarli, in parte è stata anche colpa sua, ed oggi che ho voglia di vivere e di saltare, che la mia grinta è tornata e gli amici non riescono più a starmi dietro lei non c’è, è strano come la vita divida le persone dandoci tempi e ritmi sbagliati, inizia un week-end pieno, l’unico rammarico sarà non poterla condurre per mano insieme a me, il ricordo più bello? Quando ci guardavamo negli occhi, erano sensazioni che non avevo mai provato e che non sono mai più riuscito a provare.

Categorie:Senza categoria Tag: ,